STRAORDINARIO SUCCESSO E AMPIA PARTECIPAZIONE PER LA QUINTA EDIZIONE DI “MARINA IN ARTE” AL PORTO TURISTICO DI MARINA DI RAGUSA. CONSEGNATA ANCHE UNA SCULTURA IN DONO AL PORTO

RAGUSA – L’arte affascina, incanta, sedute, conquista. Proprio come accaduto anche al Porto Turistico di Marina di Ragusa per quinta edizione della manifestazione “Marina in arte” promossa dal gruppo di Ragusa del Moica – Movimento Italiano Casalinghe – donne attive in famiglia e società, presieduto da Anna Ottaviano. Una domenica eccezionale con tanti artisti che hanno, pur nel pieno rispetto delle norme covid, affollato la darsena proponendo le proprie opere artistiche, alcune frutto di intensa riflessione altre invece frutto di estemporanee che hanno riguardato i monumenti barocchi, la natura morta o ancora gli stessi suggestivi scenari del porto turistico che, soprattutto al tramonto, con i riflessi che si uniscono alle onde del mare, rappresenta un luogo davvero magico.

La mostra di pittura, fruibile fino a mezzanotte, ha trovato grande consenso da parte del pubblico presente con un’interazione continua con gli artisti naturalmente rispettando le norme riguardanti il distanziamento sociale. Ad esporre le proprie opere sono stati numerosi artisti iblei alcuni dei quali hanno già tra l’altro ottenuto importanti riconoscimenti nazionali. In mostra c’erano infatti le opere di Janelucy Avola, Luisa Barrano, Irene Cammarana, Pinuccia Cannarella, Guido Cicero, Rosanna Criscione, Maria Dipasquale, Veronica Diquattro, Giorgio Distefano, Carmela Garaffa, Rita Iacono, Emanuela Iemmolo, Giuseppe La Rosa, Stella Meli, Marcello Migliorisi, Mario Occhipinti, Anna Ottaviano, Luciano Piccitto, Maria Teresa Scarso, Pamela Siciliano. Una quinta edizione dunque più ricca che mai che ha visto anche la presenza della presidente regionale del Moica, Giovannella Spina Barbagallo. Un evento che quest’anno si è ulteriormente giovato di altri due importanti momenti. Il primo è stata un po’ una sorpresa graditissima. Il maestro Marcello Migliorisi ha infatti deciso di donare al porto turistico una sua opera. Dopo una breve presentazione dello scultore e del suo percorso artistico si è infatti svolta la cerimonia di consegna dell’opera andata nelle mani di Piero Carnemolla in rappresentanza della società che gestisce l’infrastruttura turistica.

La quinta edizione di “Marina in arte” si è poi conclusa il secondo momento dedicato alla cultura grazie alla presentazione del libro “Il dubbio. Nostro inseparabile amico” di Maria Elettra Cugini e Maddalena Berlino. L’iniziativa, che rientra in “Porto un libro” in collaborazione con il Mosac e con il Centro Servizi Culturali di Ragusa, ha visto la presenza della dottoressa Berlino che piacevolmente dialogato con la giornalista Antonella Galuppi.

Il libro parla del dubbio che può apparirci come una presenza scomoda, inquietante e oscura. Infatti – anche se è proprio nell’oscurità dell’utero materno che si è formata la vita dell’essere umano – conosciamo bene il timore del buio fin dall’infanzia. Il dubbio in realtà, come movimento e scoperta, ci propone il “Nuovo” e il “Lontano”, mondi diversamente inesplorati, è amico della speranza ed è portatore di “luce” e non di “buio”. Esso è un’inseparabile guida per tutta la nostra esistenza. Alcuni brani sono stati letti dal poeta Pippo Di Noto.

“Abbiamo dovuto condensare tutto in un’unica giornata a causa delle restrizioni dovute al covid19 ma ne è venuta fuori una bellissima e ricchissima manifestazione con tanti artisti, un folto pubblico che ha comunque rispettato tutte le norme, e con gli altrimenti previsti, come la donazione della scultura e la presentazione del libro – afferma Anna Ottaviano, presidente del Moica Ragusa – Insomma una quinta edizione che non dimenticheremo presto, insieme a tutti i soci della nostra associazione, perché ha sicuramente segnato non soltanto una positiva conferma della qualità del nostro evento ma anche avviato una nuova prospettiva per riconfermare Marina in arte come punto di riferimento estivo”. Adesso l’appuntamento è con l’iniziativa successiva, la prima rassegna itinerante “L’arte sposa la cultura” che prevede eventi e performance che da giugno a settembre promuoveranno l’arte e la cultura animando i luoghi più belli del nostro territorio.

Il primo evento culturale si svolgerà il 27 agosto a Villa Fortugno a Ragusa con la presentazione del monologo di Caterina Gellotti, recitato dalla bravissima attrice Giada Ruggeri e con la partecipazione di Matteo Bracchitta e Jacopo Raniolo.

Pubblicato da Valentina Maci

Giornalista pubblicista e interprete. Adoro scrivere, nel mio blog trovi un po' del mio lavoro e le mie passioni come la sezione 'Book Addicted'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: