Esperando, una notte al museo diventa un successo comisano


Esperando…una notte al museo di storia Naturale ha riscosso un grande successo tra i giovani e i meno giovani.
 La sera del 23 maggio i trenta ragazzi che hanno scritto la Carta dei diritti e dei doveri dei ragazzi e delle ragazze di Comiso e Pedalino, sono entrati nel mondo affascinante e misterioso del Museo di Storia Naturale, per scoprire come la lunghissima vita del Pianeta Terra possa esaurirsi in un breve lasso di tempo per colpa del genere umano. “ Non pretendiamo di cambiare il mondo ma formiamo futuri uomini che avranno il senso del rispetto per l’ambiente”. Dichiarazioni del sindaco Maria Rita Schembari.

 

“ Sembra un gioco ma non lo è – dichiara il sindaco che fa un sunto sull’ iniziativa promossa dal Comune e organizzata dal Garante dei diritti dei bambini e dai ragazzi di Comiso e Pedalino – . Non abbiamo nemmeno la pretesa di cambiare il mondo, ma sicuramente abbiamo il dovere morale e civico di formare le future generazioni al rispetto per l’ambiente e dunque, per noi stessi. Una notte al Museo è stata un’iniziativa che ha coinvolto trenta ragazzi che, per una notte oltre che ad immergersi, giocando, nel meraviglioso museo di storia naturale di Comiso, hanno recitato incarnando personaggi che rappresentano la natura, l’habitat, gli animali ingabbiati nei rifiuti che la nostra società produce e che mettono a serio rischio l’ambiente.Sono tematiche, queste, che i ragazzi stessi hanno inserito nella Carta dei Diritti e che hanno come scopo principale quello di sensibilizzare il mondo degli adulti i quali,devono prendere atto che le politiche ambientali devono cambiare. Dobbiamo dare una svolta e i ragazzi sono il nostro pungolo. Abbiamo tutti – ancora il sindaco- il diritto/dovere di salvaguardare il nostro mondo e il pianeta preservandone la vita. Un grazie particolare – conclude il sindaco-  va alle Dirigenti Scolastiche, Prof.sse Maria Giovanna Lauretta, Giovanna Campo, Romina Bellina, alle Referenti Scolastiche Prof.sse Elena D’Amato, Daniela Depetro, Teresa Rizzo, al Prof. Giovanni Amore, direttore della Bottega Teatrale del Carducci, ai ballerini Leandro Cappellani, Arianna Carfì e Katia Cilia, al dr. Gianni Insacco a Radio Sole Media Partner per la diretta radiofonica, alle due componenti del Team del Garante Dr.sse Lorena Galesi e Francesca Oliva e a tutti gli sponsor che ci hanno permesso la realizzazione dell’evento a costo zero per il nostro Comune”.  

 

Il Viaggio si è svolto, guidato dal Curatore Scientifico dr. Gianni Insacco, attraverso le sale buie del Museo, illuminate dalle piccole torce elettriche fornite ai ragazzi – aggiunge il dott. Calogero Termini  Garante dei Diritti-. Un Dinosauro, un Elefante Nano, due Neanderthal maschio e femmina, un Esploratore, Greta Thunberg, personaggi animati dai giovani della Bottega Teatrale del Carducci di Comiso, hanno reso la notte ancora più magica. Una piccola tartaruga, avvolta da sacchetti di plastica,  ha dato testimonianza diretta del dramma che stanno vivendo questi simpatici animali. L’evento si è chiuso con il passaggio del testimone da una vecchia e ammalata Madre Natura, ad una giovane e sorridente Madre Natura Futura,  accompagnate dalla danza di due allieve della Scuola di danza Dietro le Quinte della Maestra Vanessa Battaglia. 

Pubblicato da

Giornalista pubblicista e interprete. Adoro scrivere, nel mio blog trovi un po' del mio lavoro e le mie passioni come la sezione 'Book Addicted'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...