COMISO, INAUGURATA LA COLLETTIVA DI PITTURA “COMISO SORGENTE D’ARTE”

Inaugurata ieri sera la collettiva “Comiso Sorgente d’Arte” che vede la partecipazione di numerosi artisti provenienti da diverse parti d’Italia. Il vernissage di pittura è stato voluto e organizzato dal Maestro Giovanni Pace, direttore artistico della Collettiva, e dal “Centro Studi OmniaArteEventi” che ha sede a Catania e del quale è presidente il prof. Salvo Luzzio. A tagliare il nastro della mostra è stata la poetessa greca Iovanna Leone alla presenza del sindaco di Comiso Maria Rita Schembari, del parroco Innocenzo Mascali, delle autorità civili, militari e religiose. A prendere parte al vernissage un folto e attento pubblico.

Questo slideshow richiede JavaScript.


La collettiva d’arte, che vede esposte opere pittoriche, scultoree e fotografiche, gode del patrocinio del Comune di Comiso. Oltre alle opere pittoriche sono esposte le opere fotografiche di Enzo Giummarra e dello scultore Giovanni Picarella che espone le sue sculture lignee per la prima volta in una mostra d’arte.
A portare i saluti istituzionali il primo cittadino Maria Rita Schembari e l’assessore all’Ambiente e decoro urbano, polizia municipale e viabilità, politiche per l’efficientamento energetico, Biagio Vittoria. Profondo il messaggio lanciato da padre Innocenzo Mascali, fraterno amico del Maestro Pace che ha approfondito il tema dell’arte e del rapporto intrinseco che essa ha avuto con la Chiesa nei secoli. Il prof. Salvo Luzzio, presidente del “Centro Studi OmniaArteEventi ha sottolineato l’importanza della presenza di una mostra così importante proprio in provincia di Ragusa e della città di Comiso, da cui proviene uno dei materiali più pregiati utilizzati proprio per le sculture e le opere d’arte: la pietra di Comiso.
      Il Maestro Giovanni Pace,  pittore della città di Comiso e famoso in Italia e all’estero, direttore artistico della mostra, ha ringraziato i presenti per la partecipazione e gli artisti che con le loro opere hanno incantato il pubblico. Il Maestro Pace è  esponente contemporaneo del puntinismo e raffigura in maniera mirabile i panorami e le vedute della Sicilia orientale sua terra natìa. Nell’incanto della provincia iblea tra cieli e mari e  gli inconfondibili muretti a secco.
La mostra è stata curata in ogni suo dettaglio e tutte le sale sono divenute un vero e proprio museo nel museo.
L’inaugurazione è stata ricca di eventi collaterali, la madrina della serata, Iovanna Leone ha recitato una sua poesia dedicata all’evento “Preghiera al mio Spirito”. Nella sala centrale del castello aragonese hanno danzato i ballerini Gianni e Gianna Criscione esibendosi in un coinvolgente tango argentino, insieme ad altre coppie di ballerini. “La danza –ha evidenziato Gianna Criscione è patrimonio dell’Unesco, anch’essa forma d’arte” e la stessa ha voluto ringraziare per l’ospitalità il Maestro Pace.
Agli artisti partecipanti il sindaco Schembari e l’assessore Vittoria hanno consegnato delle targhe in ricordo della partecipazione alla serata. Di seguito tutti i partecipanti: Gianni e Gianna Criscione, danza (Ragusa); Anna Guzzanti, pittrice (Catania);  Marina Petrescu, pittrice (Catania);  Elio Comisso, pittore (Noto);  Elena Lucca, pittrice (Augusta);  Andrea Calabrò, pittore (Roma);  Umberto Maglione, pittore (Roma);  Salvatore Cilio, pittore (Ragusa); Giovanna Giaquinta, pittrice (Ragusa);  Giovanni Pace, pittore (Comiso); Martina Iacono, pittrice (Comiso);  Enzo Giummarra, fotografo (Comiso); Giovanni Picarella, scultore (Comiso). Omaggi floreali sono stati consegnati dal Maestro Pace al sindaco di Comiso Maria Rita Schembari e alla poetessa Iovanna Leone alla quale il Maestro Pace ha donato anche un ritratto da lui realizzato. A concludere l’inaugurazione un aperitivo sull’affascinante balcone del maniero di Comiso illuminato dalla luce soffusa delle candele in una magnifica atmosfera connubio d’arte e poesia.
Sarà possibile visitare la mostra, con entrata libera, dal 14 al 23 aprile 2019, dalle ore 10 alle 13 e in orario pomeridiano dalle 17 alle 21.  L’evento di  chiusura della mostra si terrà martedì 23 aprile alle 19.

Gli artisti Andrea Calabrò, Umberto Maglione, Giovanni Pace e Martina Iacono parteciperanno, inoltre, alla terza edizione di “Artisti Med in tour” che si terrà a Vienna dal 6 al 25 maggio. Un’esposizione d’arte contemporanea cui parteciperanno molti artisti di fama internazionale. Saranno esposte opere inedite, espressione di contenuti e sentimenti diversi afferenti all’animo umano attraverso forme e tecniche tra le più varie.

Pubblicato da

Giornalista pubblicista e interprete. Adoro scrivere, nel mio blog trovi un po' del mio lavoro e le mie passioni come la sezione 'Book Addicted'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...